Milano 2008: Bruce Springsteen 2.0

25 giugno 2008, San Siro, Milano. E chi l’ha detto che i valori del Web 2.0 si applicano soltanto al Web? The Boss, all’anagrafe Bruce Springsteen, uno dei miti che accompagnano da sempre la nostra esistenza di quarantenni, ieri sera, in forma smagliante, carico ed energico come non mai, ha introdotto nel concerto un paio di chicche da grande artista quale è.

1) Scaletta 2.0: si parla tanto di User Generated Contents, di Prosumer, di coinvolgere attivamente il proprio pubblico. Bene come applicare tutto ciò in un concerto? Semplice, facendo compilare parte della scaletta dei brani al pubblico! Ed in diretta ovviamente! E’ cosi che The Boss ieri sera dopo un paio di brani di introduzione per scaldare l’ambiente … è sceso tra il pubblico delle prime file chiedendo nel suo italiano imbastito “richiesta … richiesta … richiesta ….”, ed ha raccolto 5 o 6 foglietti con i titoli delle canzoni più gettonate. Se ne è quindi tornato sul palco … e le ha eseguite! Mitico!

2) Sound 2.0: tutti gli artisti in concerto fanno cantare le decine di migliaia di fan … ma Bruce li ha fatti anche suonare! alla faccia del Prosumer🙂 Come? semplice, più di una volta al termine del brano è sceso tra la folla, ha avvicinato la chitarra ai fan, ed ha lasciato che decine di mani strimpellassero le corde della sua chitarra elettrica … bravo Bruce!

Il concerto è durato più di tre ore e Bruce ha saputo scaricato tutta la energia che ha sul pubblico, facendoci cantare e ballare tutto il tempo. Domanda: qualcuno sa la ricetta di come arrivare a quasi 60anni carico ed energico come The Boss? Graditi suggerimenti …

Tutto perfetto quindi, tranne:

a) i primi brani erano quasi inascoltabili al secondo anello, la musica era completamente impastata, e al mixer ci hanno messo un po’ per trovare le giuste regolazioni … peccato.

b) E’ vero che il concerto è andato un po’ lungo (per noi meglio cosi) ma quando siamo usciti la Metropolitana era già chiusa … forse con un po’ più di organizzazione cittadina avremmo evitato un rientro avventuroso a più di 60.000 persone …. Peccato …

This entry was posted in Attualità, my lifestyle and tagged , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

3 Responses to Milano 2008: Bruce Springsteen 2.0

  1. Pila says:

    Ciao Furo,
    che dire…senza parole!! Non sono una patita di Bruce e ti confesso che al concerto andavo un pò controvoglia..poi è partito..e CHE CARICA!!
    Io ero al terzo anello e anche da lì a parte vedere tanti puffi (menomale che c’era il maxischermo) si sentiva parecchio male.
    Poi hanno ingranato ed è stato FAVOLOSO!! Mai visto niente di simile..
    Un gran trascinatore, coinvolgente e molto vicino e a contatto con il pubblico..fantastico!!
    W Bruce!! …born to run…
    Baci
    Pila

  2. Un libro da non perdere: con oltre 400 foto e più di 200 racconti inediti narrati da alcuni dei più devoti fan di Bruce Springsteen. Il nuovo ed attesissimo libro su Bruce Springsteen “For You” una collezione di storie, racconti ed esperienze narrate dai fans di tutto il mondo, è attualmente in stampa. Oltre due anni di preparazione, contiene centinaia di storie ed aneddoti scritti dai suoi leggendari fan così come più di 400 fotografie, la maggior parte delle quali mai pubblicate prima d’ora

  3. nella says:

    sempre la solita bella favola: un uomo ,tutte le nostre anime , i nostri cuori intorno a lui , a cantare, emozionarci, ballare , divertirci come una grande bella famiglia. Quanti regali ci hai fatto , Bruce, quanti ancora ce ne farai……

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s