Il mio primo Triathlon!

Lo ammetto … l’avevo sottovalutato. Sabato scorso ho approciato il mio primo Triathlon Sprint (la distanza più corta, 750mt nuoto, 20km bici, 5m corsa) decisamente tranquillo: in forma fisica, voglia di fare e di dare il massimo (per me ovviamente), in perenne competizione con me stesso. Il percorso era a Marina di Grosseto,  acqua a 17 gradi … Risultato: dopo 100 mt di nuoto concitato, smanacciate e calci dati e ricevuti, decido di ritirarmi … probabilmente il freddo, o la prima volta che usavo la muta in mare, o il mare aperto … boh, fattosta che la prima garetta di conclude dopo 100 mt.

Un po’ avvilito mi faccio riportare a riva in canoa, e nei giorni successivi cerco di analizzare il ritiro. Per fortuna siamo stati in vacanza tutta settimana in Toscana, ed il sabato successivo (cioè ieri) c’era un altra gara a Marina di Pisa con il 1AMistralTriathlon. Stavolta una distanza olimpica (1,5km nuoto, 40km bici, 10km corsa) e non voglio sbagliare ancora.

In settima prendo confidenza con la muta, con il mare, e con l’acqua fredda: un paio di nuotate mi danno confidenza e mi fanno capire cosa ho sbagliato: innanzitutto la muta (che è molto aderente) deve essere ‘tirata’ il più possibile verso l’alto, soprattutto sul torace e spalle: cosi le spalle son libere di girare, ed il torace di respirare agevolmente :sembra banale ma non l’avevo fatto a sufficienza. Sotto la muta non metto la canotta, e neanche il cardio: non voglio nessun impedimento. E, soprattutto, tanto riscaldamento prima di iniziare.

E cosi faccio ieri, prima della partenza: nuoto in mare quasi mezz’ora, ed un po’ di stretching. Così funziona! Parto in terza batteria con i colori del Propatria di Milano, molto lentamente per non farmi venire il fiatone subito, ed in meno di 29 minuti riesco a concludere i 1500mt. Ottimo! Mi gira un po’ la testa uscendo dall’acqua, ma il primo cambio fila liscio. Salto in bici e via a pedalare insieme ad un altro atleta locale: dopo poco veniamo raggiunti dal gruppetto dei primi (l’anello di ciclismo era da percorrere tre volte) e ci infiliamo nel gruppone … grandioso correre senza quasi far fatica a 43-44km/h!!! Chiudo la sezione bici in poco più di un’ora, ad una incredibile media di 37km/h (e quando mai mi ricapita?) degna di un Pro … e mi lancio nella sezione finale di corsa. Caldo pazzesco (c’erano 26 gradi …) e circuito al sole sul lungomare, ma bevendo come una spugna chiudo il tutto in 2 ore e 30 minuti.

Il risultato è inatteso, alla vigilia pensavo di fare molto di più, ma il tempo è fortemente influenzato dal gruppone dei ciclisti in cui ho avuto la fortuna di infilarmi🙂

Impressioni del primo triathlon? Abituato alle corse di running, il triathlon è molto più di testa di quanto pensassi: nuotare in acque libere, nere e fredde, con pochi punti di riferimento, non è banale all’inizio. Idem i cambi, bisogna avere il neurone collegato … ed un po’ di tattica di gara per il dispendio delle energie va fatta. E la bici, beh tenere una media di 25km/h come faccio di solito non basta … Per il resto? gambe, fiato, gambe, fiato, gambe, fiato ….🙂

E non dimenticate anche un ottimo fotografo che immortali i vostri sforzi!!! GRAZIE ILARIA!!!

E GRAZIE anche al gruppone di ciclisti di testa che mi ha tirato per più di metà del percorso ciclistico.

Comunque la prima è andata … su FLICKR trovate qualche foto …. alla prossima!

This entry was posted in Running, Sport, Triathlon and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

7 Responses to Il mio primo Triathlon!

  1. romalive says:

    Considerando che la maggior parte di noi sarebbe crollato entro la prima mezzora di riscaldamento, complimenti veri!! Ma ci rendiamo conto??
    C’è una cosa che non ho capito: dopo il km e mezzo di nuoto, la muta la lasci o la levi?

    e se la levi, è in corsa (tipo staffetta) oppure ti danno tre minuti di recupero??

    RLM

  2. rabb-it says:

    ho visto scritto triathlon e mi è venuto un colpo…
    in un altra finestra aperta stavo cercando delle foto da mettere nel mio forum su JAG e sul suo protagonista e la pagina aperta era questa…

    http://www.fordjefans.com/imagespa/MarathonMan.htm

    Lo so, non c’entra nulla con il tuo post… a parte il fatto che siete due tipi sportivi, ma la coincidenza di finestre aperte mi ha fatto sorridere.

    Buona settimana
    Rabb-it

  3. gianluca says:

    ciao, sono gianluca, penso che sono io l’atleta che ha fatto con te i ptimi km in bici prima di incontrare il gruppo di quelli forti!!! bello il tuo commento complimenti. gianluca pierdomenico

  4. innovatel says:

    Complimenti! Io ho deciso di provarci il prossimo anno e speriamo che mi vada bene!

    Ho trovato delle tabelle d’allenameto suuna rivista che sono molto interessanti. Voglio provare a metterle in pratica e speriamo bene di uscirne vivo!

  5. zanger says:

    Ciao!
    intanto complimentissimi per il triathlon!!! Hai la mia massima ammirazione!!!😉

    Mi sono “permesso” di scaricare il tuo utilissimo foglio excel per il metodo FIRST e mi riprometto di utilzzarlo al piu’ presto.
    Il 4 maggio ho portato a termine la mia prima maratona a Trieste (percorso quest’anno SPETTACOLARE!) in 4h 7′ 43″ e la “febbre” da maratona mi ha irrimediabilmente contagiato!!!
    Sto gia’ pensando alla prossima, magari a Venezia in ottobre…
    D’ora in poi il tuo blog avra’ un lettore in piu’!!!!😀
    Ciao
    Marco

  6. luca says:

    complimenti…..
    come ti invidio…sono nuotatore e ciclista appassionato…mai fatto un triathlon…
    …ma magari il prossimo anno potrei provare con uno sprint….
    come ci si allena per il triathlon???
    ogni indicazione è ben accetta…non so nulla

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s