Pasqua a San Romedio

Un momento mistico. Di quelli che capitano raramente. Siamo in Val di Non, Trentino, al Pineta Hotels a Tavon: una bella struttura bio, con camere e chalet, una splendida area wellness e ottima cucina locale. Un gran bel posto, dove ritornare. Ieri, sabato, era primavera: uscendo a correre nei boschi era un tripudio di viole e primule. Ma oggi, domenica di Pasqua, nevica … e tanto.

sanromedio-pasqua-1.jpg Qui vicino c’e’ il Santuario di San Romedio, raggiungibile a piedi: ci avviamo per la stradina che si sta imbiancando sempre più, nel bosco di pini e larici. La stradina è in discesa ed entra nell’orrido, in mezzo ad alte pareti di calcare. All’improvviso, dientro un angolo, ecco il santuario: più che un santuario assomiglia ad un castelletto medievale, con la chiesetta in cima alla costruzione. Sotto la neve fa un effetto suggestivo … sembra di essere tornati indietro di mille anni: silenzio assoluto, il rintocco delle campane. E c’e’ anche un grande recinto con l’orso: sì, proprio un orso vero, come quello che San Romedio ammaestrò anni addietro. Entriamo nel santuario dei frati per la Messa, e dopo un centinaio di scalini ripidissimi ci troviamo nella chiesetta: non più di 50 metri quadri, in cima la santuario, tutta affrescata, illuminata con le candele.

sanromedio-pasqua-2.jpg Padre Zeno è un personaggio carismatico, uno di quei frati che fanno decisamente onore alla nostra chiesa cattolica: tiene l’attenzione, coinvolge, diverte, e soprattutto passa dei messaggi concreti e profondi: è bello sapere che esistono ancora persone cosi. Il momento è mistico: era parecchio che non ci capitava … la neve copiosa fuori al freddo, la chiesetta raccolta ed il tiepidino dell’interno, le luci basse, il frate leader .. bello …. decisamente da ricordare.

_img_0631.jpg

ilaria-pasqua-runner-1.jpg

Ma non è finita: nel pomeriggio arriva il secondo momento magico della giornata. Nevica ancora, ma la temperatura è accettabile: ci infiliamo l’abbigliamento da running invernale, cappellino e cuffiotta, e via: ci lanciamo nelle stradine innevate in mezzo ai boschi.

Fantastico! Corriamo su

e giù in mezzo ai pini, con la neve sul naso, ed ogni tanto ci fermiamo anche a farci qualche foto con l’iPhone per ricordare il momento. E quando mai ci ricapita una giornata così?

This entry was posted in Appunti di viaggio, Running and tagged , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

One Response to Pasqua a San Romedio

  1. bhma says:

    mistico

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s