EuGolf e management

gofer.jpg Golf e management. Un binomio che va ovunque diffondendosi sempre più: fare business su un campo da golf è ‘normale’ negli States ed anche in molte nazioni europee, vedere manager ed imprenditori con una sacca a tracolla fa ‘status’, e da qualche anno anche io mi sono infilato in questa avventura (tra l’altro senza ritorno … la sfida che ti pone il golf è troppo elettrizzante per smettere🙂 ). E ora ci si sono messe anche le società di formazione che propongono attività di training a manager sul green … fantastico … potevo non provare ? Ovviamente no. Ed eccomi su uno dei migliori campi attorno a Milano, di lunedi mattina (!!! incredibile ….) ad affrontare la giornata organizzata dal nostro CFMT “EUGOLF 1 – Lezioni di empowerment manageriale sul campo da golf”. Il corso si svolge su 9 buche, ed ogni buche viene trasferito un concetto di Golf, quindi giocata la buca, e al termine debrief ed associazione concetto di Golf e concetto di Management: obiettivo del training … gestire lo stress, sul campo e sul lavoro, restare al di sotto della soglia di sopportazione dello stress, e fare tesoro dello stress positivo, cioè quello che ti da motivazione ed energia. Molto bello, ho portato a casa sia insegnamenti per il golf e soprattutto per il daily business. E soprattutto un meritato lunedi sul campo …😉

This entry was posted in Golf, Marketing e Business, my lifestyle, Sport and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

One Response to EuGolf e management

  1. Depa says:

    Beato te.
    Io ho iniziato nel 2000, poi per diverse vicende (non ultima la nascita di 2 bimbi, che richiedono ben più tempo delle 18 buche – e come fai a non stare con loro, quando li vedi solo nel we e ti sparano dai loro occhioni ‘papà, ma devi lavorare anche oggi?’ ?) ho sospeso. Proprio appena iniziavo a girare in modo tale da potermi classificare (sulle montagne russe del Des Iles Borromees di Stresa) e dopo aver racimolato, nei primi 3 tornei, 1 maglietta (più vicino alla buca 2 dopo la partenza) ed un primo posto in una luisiana (gara quasi da oratorio ad Arona, ma i classificati presenti nulla hanno potuto contro il perfetto sincronismo del mio socio e mio: uno mandava la pallina oltre i confini comunali, mancando appena gli ultraleggeri che atterravano di fianco, l’altro la spediva a un millimetro dalla buca e viceversa, in un alternanza irripetibile).
    Non ho smesso. Sono certo che quando i bimbi avranno 15-18 anni, riuscirò a riprendere😉
    Bye
    Depa

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s